Chiesa di Sant'Antonino Martire

Coordinate geografiche: [37.92892,14.090217]

Situata nella parte alta del paese divenne proprietà dei padri osservanti (sec. XVII) quando abbandonarono la chiesa di Santa Maria del Soccorso, abbattuta perché pericolante.

Da quest'ultima si ricavarono alcuni elementi artistici, come il portale d'ingresso, alcuni arredi e le colonnine del chiostro attualmente poste lungo il loggiato sulla fiancata laterale. Si suddivideva in due parti: la chiesa grande e l'oratorio di Sant'Antonino andato completamente perduto nei rifacimenti. L’originario convento, abbattuto per far posto ad un ospedale, attualmente è in attesa di destinazione d’uso. L' alto campanile fu rimaneggiato, innalzato e spostato sulla facciata principale. Al suo interno un pregevole crocifisso di Padre Umile Pintorno da Petralia del XVII secolo